Salmo – ANTIPATICO Lyrics

Ti giuro, non capisco questi ragazzini ricchi
Con la smania per le armi mentre sparano a salve
Immagino fucili tra le mani dei tuoi figli
Quando parte un colpo in canna dritto sulle tue palle
O che puoi fare il brutto, c’hai la faccia del killer
Ma poi ti sgamo il trucco, sì, e la faccia, bello il rimmel
Tu vuoi fare il G, bel film, bel thriller
Peccato nella vita, G, tu sia Ben Stiller
Mi incollo sopra il beat come Vinavil
Sent il flow e rovinati
Gli altri cadono di testa, bro, tipo Indovina Chi?
Si scioglie in bocca questa kush, pare Mon Chéri
Se la vita è come un gioco allora è Pusher’s Street
Va così
Ancora in piedi come le scope
Tutto fatto, chissà come, frate, chissà dove
Chi se ne frega se la terra esplode
Aspettano occhiali da sole dentro un black Land Rover

È il ritorno del Salmone sulla traccia
È il tipico stile del tipi-tiki-t-tikt-boom!
È una vita che lo aspetto ma non passa
Frate, siamo quelli della techno sotto cassa
Dai locali cheap ai locali chic
C’è la fashion week, via di qui
Houdini, luridi
Mangiatevi ‘sta merda, è gluten-free
Felice di beccarti qui, back in beat
Mi fa cagare Cardi B e il Bacardi Breezer
Dovrei sparire e andare a Tel Aviv e aprire un B&B
E invece sono ancora qui, ma porco…

Non mi capacito
Sono diventato un vecchio tragico, Michele Flaccido
Rappo così classico che, fra’, mi chiama Puffy
E dice che ‘sta merda è così classic

Non è religione quando non inganna
Non c’è storia se non fanno un dramma
Per l’italiano tutte zoccole tranne la mamma
E il detto dice: “Impara l’arte e metti i soldi in banca”
Chi lo fa si gira e parte, gira le carte
E non fiatare che in ‘sto gioco mi giran le palle
Fuori fare il fico, sei Zequila, rimettiti in fila
Quando passi la gente si gira, ma dall’altra parte
Dimmi dove vai quando ti addormenti
Porta l’autocertificazione, i documenti
Fossi stato famoso prima dei venti
A quest’ora svaligiavo appartamenti

Mi basta la mia tipa che mi dà dello psicopatico
La calma e l’influenza, frate, sono asintomatico
Sì, sono proprio il tipo, l’antipatico
Ma quando ho il mic in mano, Cristo, esplode l’antipanico